02/09/2016 - Compensi delle professioni sanitarie

 I nuovi livelli di riferimento per i compensi delle professioni sanitarie regolamentate nel sistema ordinistico dopo l’abrogazione dei tariffari.

 

In Gazzetta Ufficiale n. 201 del 29 agosto 2016 - Supplemento ordinario 38/L - è stato pubblicato il Decreto n. 165 del 19/7/2016 del Ministero della salute Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione da parte di un organo giurisdizionale dei compensi per le professioni regolamentate, ai sensi dell'articolo 9 del Dl 24 gennaio 2012, n. 1, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 marzo 2012, n. 27: medici veterinari, farmacisti, psicologi, infermieri, ostetriche e tecnici sanitari di radiologia medica. 

Tale decreto, deriva dal Decreto legge 24/1/2012 n. 1 sulle Disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitività, convertito in legge, con modificazioni, dall'art. 1, comma 1, legge 24 marzo 2012, n. 27, all’art. 9 commi 1 e 2 così letteralmente disponeva: 

  1. Sono abrogate le tariffe delle professioni regolamentate nel sistema ordinistico. 

  1. Ferma restando l'abrogazione di cui al comma 1, nel caso di liquidazione da parte di un organo giurisdizionale, il compenso del professionista è determinato con riferimento a parametri stabiliti con decreto del Ministro vigilante, da adottare nel termine di centoventi giorni successivi alla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto (omissis). 

A seguito quindi dell’abrogazione delle tariffe professionali, il regolamento detta le disposizioni per la determinazione, nel caso di liquidazione da parte dell’organo giurisdizionale, dei compensi da corrispondere alle categorie professionali dei medici veterinari, farmacisti, psicologi, infermieri, ostetriche e tecnici sanitari di radiologia medica e non comporta modifiche alle competenze attribuite dalle normative vigenti a tali figure. 

 

DECRETO 19 luglio 2016, n. 165 (Download)

Tariffe (Download)